domenica 20 agosto 2017

Le colline UNESCO in mostra a Mombercelli


UNO SGUARDO SULLE COLLINE UNESCO

Mostra allestita al MUSARMO di MOMBERCELLI
                                                   Collage di fotografie di Renato Luparia

Mombercelli (AT) – Inaugura sabato 26 agosto 2017, alle ore 18, la mostra collettiva “Uno sguardo sulle colline UNESCO”, curata da Anna Virando, allestita presso il MUSARMO – Museo Arte Contemporanea e Moderna di Mombercelli.

In mostra le opere di vari artisti, che si sono cimentati sul tema proposto, con svariate tecniche artistiche: dall’ acquerello alla fotografia, dall’ incisione alla scultura, dall’ olio a tecniche miste.

Questi gli artisti invitati da Anna Virando, gallerista e Conservatrice del MUSARMO: Acquani Michele – Adorno Piera – Bertolino Maria – Borello Pamela – Ballarino Giacomo – Bottero Marina – Carino Igor – Cornelli Gioconda – Cavallero Ferruccio – Coisson Renata – Dealessi Albina – Fantaguzzi Barbara – Ferraris Gian Carlo – Ferrero Stefano – Gandolfi Giuseppe – Gaveglio Giovanna – Gianotti Giancarlo – Giacobbo Francesca – Gonella Fulvia – Gonella Rino – Laiolo Bruna – Marchisio Piero – Milano Renato – Moiso Sonia – Luparia Renato – Perlinger Sonja – Pinsoglio Filippo – Pistamiglio Omar – Presotto Nadia – Prunotto Enza – Raiteri Monica – Rondoletti Luciana – Salina Oriana – Schaefer Jutta – Sconfienza Bianca – Secco Silvia – Stabile Alessandro – Staglianò Francesca – Viglietti Piergiorgio – Volpato Silvio – Zunino Piero.

La mostra è visitabile presso il MUSARMO di Mombercelli di via Brofferio 21 (vicino alla Caserma dei Carabinieri), la domenica dalle 16 alle 18.30. Per visite settimanali e fuori orario  tel. 338.4246055 – 340.0571704. e- mail: musarmo@gmail.com. Ingresso libero.

giovedì 17 agosto 2017

Mostra di Marisa Cortese a Omegna


LA PERSONALE DI MARISA CORTESE A OMEGNA

 

Inaugura sabato 19agosto 2017, alle ore 17.30 la mosta dell’ artista marisa Cortese “le forme del colore” allestita presso Aglaia Arts and Crafts di via Manfredi 11 a Omegna.
L’ artista  vive e lavora a Verbania. Si è diplomata all'Accademia Albertina di Torino, insegna da 40 anni materie artistiche e dal 1975 espone in personali e collettive in Italia e all'estero. Ha partecipato a circa 80 Simposi Internazionali d’Arte Contemporanea in diverse città italiane e straniere, di cui 20 da lei curati. Tra gli ultimi eventi organizzati, le cinque settimane della mostra intitolata "Le stanze delle meraviglie -Wunderkammer", con un turnover di 150 artisti in Villa Giulia a Pallanza (VB).
Marisa Cortese  lavora sulla contaminazione di materiali cartacei, fragili, quotidiani, eterni, fruibili. Le sue composizioni evocano risonanze musicali, accordi, armonie in un gioco raffinato di colori tenui, alternati a inserti di altri elementi, ritagli, parole, lettere, frammenti di versi poetici, simbologie che affiorano su campiture di colore più compatte scaturite anche da una certa gioia della geometria. L'occhio si posa su passaggi/ paesaggi, sfumature che sono quasi accordi musicali e rivelano la sua grande sensibilità e sapienza coloristica (Cristina Rossi).
Le mie ultime elaborazioni, si racconta l’ artista, la serie dei “Mandala liquidi”, si riferiscono al contrasto che ci portiamo dentro, alla contrapposizione tra l'energia vitale innata nella natura femminile e l'afasia imperante ormai diffusa in questa civiltà sommersa dai mezzi di comunicazione super veloci. Occorre fermarsi e meditare, la forma dei mandala potrebbe aiutarci anche se la loro struttura l’abbiamo smarrita e tutti questi ricordi andranno persi come lacrime nella pioggia. Usiamo un numero di parole sempre più ridotto, il mordi e fuggi a cui questi mezzi ci hanno abituati portando con sé una mortifera sensazione di abbandono. Si comunica sempre meno e non si sente l’urlo silenzioso che la generazione giovane ci sta lanciando. Fermiamo attimi di calore come gocce di splendore, come un sano abbraccio prima e dopo i pasti, la terapia più efficace. Quando le parole si rompono in gola per l’emozione, sappiamo che “quello che non esce è ciò che fa male dentro”. Riconoscersi è amarsi, c’è forse altro per cui valga la pena in ultima analisi dedicarsi alla creazione?
“Le forme del colore” è visitabile fino al 9 settembre 2017, con ingresso libero.
ORARI: da giovedì a sabato dalle 16.30 alle 19.00 o su appuntamento
ORARI S. VITO: dal 19 al 27 agosto aperto tutti i giorni dalle 16.30 alle 19.00 e dalle 21 alle 23
INFORMAZIONI: 349 3568546 – mail: laboratorigranerolo@lagodorta.net

venerdì 4 agosto 2017

Prosegue la mostra "Chagall- il colore dei sogni"


SUCCESSO PER LA MOSTRA DI CHAGALL AD ACQUI TERME

 




Acqui Terme (AL) – Un successo la mostra di Chagall ad Acqui Terme; inaugurata il 14 luglio scorso, alla presenza di numerose  autorità ed un pubblico particolarmente attento, “Chagall – Il colore dei sogni”, curata da Adolfo Francesco Carozzi, registra numerose visite.

L’ interessante rassegna espositiva è la 46° edizione dell’ antologica acquese, che ha visto, dal 1970,  il susseguirsi di importanti mostre, da Casorati a Guttuso, Morandi, Campigli, Soffici, De Chirico, Balla, Picasso, Dalì, solo per citarne alcune. Ed ora, con la mostra di Marc Chagall i visitatori possono ammirare ben 120 opere tra cui 24 litografie a colori della serie “The story of Exodus”, 16 acqueforti e acquetinte, serie “Et sur la terre”, 49 litografie del ciclo “the Tempest”, 24 xilografie “Les ateliers de Chagall”, l’ olio su cartone “Le Reve”, la tempera su masonite “L’ inspiration”, gli oli su tela “Grand bouquet su fond gris” e “Visions de Paris”, l’ opera su carta Deux Tetes”, la terracotta dipinta “Amoreuse” e la terraglia dipinta “Abraham et les trois anges”. Accompagna la mostra il catalogo .
 

“Chagall – il colore dei sogni” è allestita presso il Palazzo Liceo Saracco, nel centro della città termale, ed è visitabile fino al 3 settembre 2017, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 22.30.

Per maggiori informazioni: Comune di Acqui terme – Assessorato alla Cultura 0144 770272.